Allegro Con Moto ha lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini, attraverso la gestione dei servizi sociali orientati in via prioritaria, ma non esclusiva, alle risposta dei bisogni di persone svantaggiate (come definito dalla legge 8.11.1991 n. 381 ed eventuali modifiche); la Cooperativa garantisce l’integrazione, operando in forma mutualistica e senza fini speculativi.
L’autogestione dell’impresa che ne è l’oggetto, da continuità di occupazione lavorativa ai soci, garantendo le migliori condizioni economiche, sociali e professionali.

La cooperativa può dunque gestire stabilmente o temporaneamente, in conto proprio o per conto terzi, i servizi qui di seguito elencati, a titolo esemplificativo e non esaustivo:

a) realizzare iniziative di appoggio educativo e assistenziale attraverso l’organizzazione e la gestione di servizi e strutture volti a soddisfare i bisogni della collettività, in particolare a favore di minori, anziani, persone disabili e/o socialmente svantaggiate; a tal fine intende gestire, in proprio o in collaborazione con enti pubblici e/o privati o consorzi tra di essi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i seguenti servizi:

Area assistenziale

Servizi e strutture di carattere assistenziale, socio-sanitario, quali per esempio:

  • strutture residenziali e semi-residenziali di accoglienza (anche a carattere terapeutico)
  • servizi integrati per residenze protette
  • servizi di accoglienza
  • centri diurni
  • asili nido
  • scuole materne
  • baby parking
  • comunità alloggio
  • gruppi appartamento
  • centri di pronto intervento
  • centri diurni
  • centri di ascolto
  • gruppi di auto-aiuto e mutuo-aiuto
  • attività di assistenza a carattere domiciliare, oppure realizzata in centri di servizio opportunamente allestiti o messi a disposizione da enti pubblici o privati.

Area educativa

  • gestione di servizi e strutture di carattere educativo e di prevenzione;
  • gestione di circoli musicali, teatrali, ricreativi e di altre strutture di socializzazione, aggregazione e animazione, finalizzati al miglioramento della qualità della vita, quali, a titolo esemplificativo e non limitativo: interventi di educativa territoriale, assistenze scolastiche e parascolastiche, comunità alloggio, gruppi appartamento, centri diurni;
  • realizzazione, con l’unico scopo educativo e assistenziale rivolto ai soggetti sopra menzionati, di laboratori artistici e artigianali, musicali, teatrali, di espressione corporea, fotografici, di pittura, scultura e restauro; agricoltura e allevamento, falegnameria, cinema.

Area culturale-interculturale e sportiva

  • gestire servizi e strutture di carattere culturale, sportivo, turistico, centri sportivi e di vacanza, ostelli, case per ferie, campeggi, piscine;
  • promozione e sviluppo di attività culturali di formazione e informazione sportiva e di gestione del tempo libero;
  • promozione della formazione sportiva dei ragazzi, adulti e anziani, attraverso corsi specifici;
  • promozione dell’istruzione e della qualificazione di animatori e operatori sportivi;
  • promozione, sviluppo e realizzazione di manifestazioni, competizioni agonistiche e sportive di ogni genere;
  • promozione di indagini, studi e ricerche nel mondo dello sport, acquisto e vendita di attrezzature, abbigliamento e articoli specifici per le varie attività sportive;
  • gestire articoli culturali, gestire attività ludico-motorie anche rivolte ai portatori di handicap, scambi internazionali, sportelli informativi, progetti europei, tutoraggio, trasporti agevolati, gestione del tempo libero, iniziative culturali, attività sportive e di turismo sociale, tornei e manifestazioni sportive nazionali e internazionali, rappresentazioni cinematografiche, teatrali e di danza, concerti e altre forme di spettacolo, e altre iniziative strettamente correlate alla realizzazione di servizi volti al miglioramento della vita sociale;
  • aderire a iniziative in ambito europeo e promuovere la cultura europea e lo scambio interculturale in genere.

b) coordinare l’impegno e l’operato dei soggetti coinvolti nell’attività della cooperativa, promuovendone la messa in rete e creando opportunità di crescita personale e di positivo inserimento nel contesto sociale; elaborare e promuovere strategie e progetti alternativi di integrazione della persona nel tessuto sociale e comunitario; favorire un rafforzamento del livello di autonomia dell’utente nel suo contesto di vita e nel rispetto della sua autodeterminazione;

c) organizzare e promuovere in particolare la formazione permanente dei propri soci attraverso corsi di aggiornamento, riqualificazione e simili, al fine di elevare il livello qualitativo delle prestazioni svolte presso l’utenza;

d) stabilire relazioni con la cittadinanza e rapporti di sussidiarietà e coprogettazione con gli enti pubblici presenti sul territorio, con le scuole di ogni ordine e tipo, e con soggetti privati, al fine di contribuire al raggiungimento degli scopi sociali;

e) elaborare e rendere pubblici strategie e progetti alternativi di sviluppo sociale e di integrazione della persona nel tessuto sociale comunitario;

f) promuovere e rivendicare l’impegno delle istituzioni a favore delle persone deboli e svantaggiate e di affermazione dei loro diritti;

g) svolgere attività di formazione e consulenza limitatamente alle attività indicate nell’oggetto sociale. La cooperativa potrà, inoltre, in via accessoria e nell’ottica della promozione di una reale integrazione sociale delle persone svantaggiate:

  • produrre e/o commercializzare, per conto proprio o in accordo con terzi, manoscritti, libri, riviste e ogni altra sorta di pubblicazione, materiale audiovisivo, software, fotografie, diapositive, microfilm e microfiche, e quant’altro l’attuale e futura tecnologia offra al fine di favorire la comunicazione interpersonale e al circolazione delle idee, limitatamente alle attività indicate nell’oggetto sociale;
  • organizzare e promuovere iniziative, quali per esempio dibattiti, convegni, corsi di formazione, gare, manifestazioni di vario genere (mostre d’arte, rassegne cinematografiche e teatrali, attività editoriali, radiofoniche e televisive, comprensive di produzione e vendita, e simili), competizioni sportive e/o culturali, ricerche su problematiche psicologiche, pedagogiche e sociali emergenti dal mondo contemporaneo, il tutto con lo scopo di stimolare la riflessione e il confronto sui problemi legati all’ambito sociale, educativo – motorio – sportivo e assistenziale e di stimolare la cittadinanza alla partecipazione alla vita sociale e culturale.

La cooperativa, per il conseguimento dello scopo sociale, potrà svolgere qualunque altra attività connessa e affine a quelle sopra elencate, nonchè compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni contrattuali di natura immobiliare, mobiliare, industriale e finanziaria necessarie o utili alla realizzazione degli scopi sociali e/o direttamente o indirettamente attinenti ai medesimi, nonchè (solo per l’indicazione esemplificativa e non limitativa):
1) assumere interessenze e partecipazioni, nelle forme consentite dalla legge, in imprese, anche consortili, e in altri organismi ONLUS, associazioni e fondazioni in genere, che svolgano attività analoghe o comunque accessorie e all’attività sociale;
2) promuovere e partecipare a enti e organismi anche consortili finalizzati a sviluppare e ad agevolare gli approvvigionamenti di beni e di servizi a favore dei propri aderenti, potrà inoltre aderire a consorzi fidi al fine di ottenere, per il loro tramite, agevolazioni e facilitazioni nell’accesso al credito bancario per sopperire alle esigenze finanziarie prestando all’uopo le necessarie garanzie e fideiussioni;
3) costituire fondi per lo sviluppo tecnologico o per la ristrutturazione o il potenziamento aziendale, nonchè adottare procedure di programmazione pluriennale finalizzate allo sviluppo o all’ammodernamento aziendale ai sensi della legge 59/92 e partecipare allo sviluppo e al finanziamento delle cooperative sociali;
4) istituire una sezione di attività, disciplinata da apposito regolamento per la raccolta di prestiti, limitata ai soli soci ed effettuata esclusivamente ai fini del conseguimento dell’oggetto sociale, il tutto a norma e sotto l’osservanza dell’art. 12 legge 127/71, dell’art. 11 legge 385/93 e di quanto disposto in materia dalla delibera cicr del 3.3.94 e successive norme di attuazione ed applicative.

Comments are closed.